The Mandalorian: nostalgia e comicità nel quinto episodio!

Su Disney+ approda la quinta puntata di The Mandalorian, lo show ci riporta su un vecchio pianeta per fare la conoscenza di un giovane pistolero.

il pistolero

Continuano le nostre recensioni della serie che tutti aspettavano di vedere su Disney+, The Mandalorian. Cliccate QUI per leggere la recensione del quarto episodio! 

L’episodio sembra strizzare l’occhio ai fan più nostalgici di Star Wars, questo spiega la ricchezza di easter egg e l’ambientazione, nota probabilmente anche ai fan meno accaniti della saga. 

Ne Il Pistolero troviamo lo stesso schema narrativo delle puntate precedenti, Mando e Baby Yoda atterrano su un pianeta per un problema all’astronave, durante la loro permanenza Mando partirà in una nuova missione per conto di Toro (Jake Cannavale) alla ricerca di Fennec (MingNa Wen). 

Dopo un breve inseguimento, Mando e Baby Yoda sono costretti ad atterrare su Tatooine per un problema all’astronave. Per riparare la Razor Crest Mando è costretto a cercare un lavoro. Si reca alla Cantina di Mos Eisley, decisamente più triste e vuota da come l’avevamo conosciuta in episodio IV, e trova un giovane cacciatore di taglie, Toro, che ha proprio una missione per lui. I due si mettono alla ricerca di Fennec, una mercenaria. Dopo averla trovata Fennec rivela a Toro quello che ha sentito in merito ad un mandaloriano ricercato dalla gilda e lo convince a consegnare Mando e Baby Yoda alla gilda al posto suo, certa che ci avrebbe guadagnato di più. Convinto dalla sue parole Toro uccide Fennec e torna indietro per il bambino. A questo punto Mando è costretto ad ucciderlo, per poi ripartire nella sua missione di proteggere Baby Yoda. Nel finale di puntata una misteriosa figura si china sul corpo di Fennec.

Non ci resta che aspettare venerdì prossimo per scoprire di più su questo misterioso finale. 

La quinta puntata di The Mandalorian sarà disponibile su Disney+ a partire dal 10 Aprile

Se non siete ancora abbonati a Disney+ cliccate QUI

Commenta

Commenta

commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.