The Mandalorian: il passato di Mando nel sesto episodio!

 

Su Disney+ approda la sesta puntata di The Mandalorian, Mando incontra vecchie conoscenze in una missione piena di pericoli

 

the mandalorian

 

Il Prigioniero racconta, come negli episodi precedenti, una singola missione di Mando, questa volta però approfondisce il passato del Mandaloriano attraverso l’incontro di vecchi amici e ci mostra un altro aspetto del suo passato. 

Il Mandaloriano entra in una squadra male assortita di spietati mercenari. La missione è pericolosa e più difficile di quanto sembrasse all’inizio. L’episodio è ricco di azione, si svolge in un’astronave e anche Baby Yoda ha la sua mini avventura contro un droide. 

All’inizio della puntata Mando si rifugia da un vecchio amico, Brann, che lo assume per un lavoro. Il Mandaloriano e altre vecchie conoscenze di questo, tra cui una sua vecchia fiamma, Shinan, devono liberare un prigioniero da una nave della Nuova Repubblica. Dopo aver affrontato dei droidi, grazie alle abilità di Mando, il gruppo si trova a fronteggiare un soldato della Repubblica, tutti tranne Mando pensano di ucciderlo. In questa scena scopriamo quanto il nostro protagonista sia cambiato nel corso degli anni, scopriamo infatti dalle affermazioni di Shinan che una volta non si sarebbe fermato di fronte ad una decisione del genere. Dopo aver liberato Qin, il fratello di Shinan, il gruppo tradisce Mando rinchiudendolo in una cella. Nel frattempo Baby Yoda cerca di fuggire al droide che aveva guidato la Razor Crest. Fortunatamente il nostro eroe ha più di un asso nella manica e riesce a fuggire, dopo aver rinchiuso i suoi ex-alleati in una cella riporta Qin da Brann, ma solo per attirare su di loro tre X-Wing della Nuova Repubblica che distruggono la nave di Brann e Mando e Baby Yoda partono alla volta di una nuova avventura.

La sesta puntata di The Mandalorian sarà disponibile su Disney+ a partire dal 17 Aprile

Se non siete ancora abbonati a Disney+ cliccate QUI

Commenta

commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.