Maleficent: Signora di ogni Male? La nostra recensione!

Bene, bene…

Da oggi (28 maggio 2014) le tenebre calano sulla Brughiera e tutti i gli amanti del Classico “La Bella Addormentata nel Bosco“, fremono dalla voglia di andare a scoprire al cinema la storia mai raccontata di una delle più amate cattive delle favole Disney: Malefica. Il nostro consiglio? Quello di entrare in sala a cuor leggero, senza pretese di ritrovare forti riferimenti al Classico, ma di assistere ad una sua quasi totale rivisitazione.

maleficent recensione

Maleficent è il nuovo live action Disney, scritto da Linda Woolverton (Il Re leone, La Bella e la Bestia, Mulan, Alice in Wonderland) e diretto da Robert Stromberg (qui per la prima volta regista, ma precedentemente scenografo in Alice in Wonderland e Il Grande e Potente Oz. Supervisore degli effetti visivi in Pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo) che si discosta dai racconti di Perrault del 1697 e poi anche da quelli dei fratelli Grimm del 1812. Entrambi i racconti, furono solide basi per la realizzazione del 16° Classico Disney. 

La storia è narrata dal suo punto di vista dove avrete certamente l’opportunità di scoprire un’emozionante e anche divertente dietro le quinte che non era mai stato rivelato prima. Tuttavia, alcuni particolari importanti del Classico sono stati stravolti e soprattutto rivisti

Come ormai sappiamo, le rivisitazioni di un classico sono sempre rischiose: per questo motivo, potrebbe piacere di più ai bambini piuttosto che ad un pubblico adulto, il quale aspettandosi un perfetto dietro le quinte del 16° Classico Disney, potrebbe tornare a casa decisamente amareggiato.

La prefazione della storia è meravigliosa: racconta di Malefica prima che diventasse tale! Narra quindi, della giovane fata che si prodiga per il bene e la protezione della Brughiera, regno popolato dalle creature magiche confinante con il regno degli umani, che come sappiamo sono sempre stati avidi di potere. La giovane Malefica come tutte le ragazzine viene a contatto con l’amore, che però spesso può essere davvero crudele!

Questo è il filo conduttore del film Maleficent, l’amore: l’amore tradito, la vendetta per amore e il ritrovamento dell’amore nel cuore di Malefica!

Sempre accompagnata e sostenuta dal suo diletto corvo Fosco “Tu sarai le mie ali“, il fedele servitore interpretato da Sam Riley, che pur essendo al servizio di Malefica per doverosa gratitudine, rappresenterà la sua coscienza e darà inconsapevolmente una notevole spinta alla storia.

Le tre fatine pasticcione Giuggiola (Imelda Staunton), Fiorina (Lesley Manville) e Verdelia (Juno Temple) purtroppo non rendono giustizia alle premurose Flora Fauna e Serenella che abbiamo conosciuto nel film animato. Hanno l’incarico di prendersi cura della piccola Aurora, fino al compimento del suo 16° compleanno, ma le vediamo spesso protagoniste di gaffe esilaranti, incuranti (purtroppo) della loro importante missione.

In Maleficent questi personaggi sono marginali. Aurora è presente solo per rendere visibili i cambiamenti di Malefica che per vendicare il tradimento di Re Stefano verso il loro amore decide di maledire la principessa. Malefica seguirà tutto il percorso di crescita della piccola, salvandola spesso da pericoli e prendendosi (a modo suo) cura di lei, tanto che Aurora la scambierà per la sua fata madrina!

Le nostre parole non possono far altro che elogiare la magistrale interpretazione di Angelina Jolie. Nelle vesti della protagonista, sarebbe in grado di portare avanti la storia da sola. Una fata a cui sono state strappate le ali, tradita dall’avidità e dall’ambizione degli uomini, che proteggeva/protegge con amore la foresta incantata e tutti i suoi abitanti: in lei si ritrovano la forza e la passione delle donne, e quel loro tipico tocco di fragilità.

Un finale a lieto fine molto frettoloso: vediamo una Malefica in tutina stile CatWoman sconfiggere l’avido e menefreghista Re Stefano in una confusionaria battaglia. I regni si unificano, la pace torna a regnare e la protagonista conferisce ad Aurora il titolo di Principessa.

Questo film è l’ennesimo tentativo di distruggere l’ideologia standard del vero amore che tutti noi associamo al bacio tra la principessa e il principe, invece qui, come già stato fatto in Frozen, il vero amore è rappresentato da qualcosa di meno scontato, un amore direi quasi materno!

Ecco cosa ha sconvolto di più: una Malefica che prima si fa trascinare dalla rabbia e poi si pente e cerca di porre rimedio al sortilegio, cercando addirittura di revocarlo ma senza alcun risultato; tenta di salvare Aurora portando da lei Filippo (un principe che in questo caso e a malincuore, perde completamente il ruolo di salvatore) quando invece bastava il suo amore per destarla dal sonno!

Aurora è riuscita a far riemergere dal cuore di Malefica il bene e la dolcezza
che le erano stati tolti dall’amore di un uomo che l’aveva tradita!

Questo film avrà tanti riscontri positivi quanti negativi, il pubblico non sempre approva i cambiamenti ma la morale al suo interno è molto forte, ci esorta a non chiudere il cuore dopo una delusione amorosa, a non farci inondare dall’odio dopo un tradimento e a non compiere azioni affrettate di cui potremmo pentirci. Insegna che nonostante il male possa invadere il nostro cuore, arriverà sempre qualcuno che sarà capace di ridargli luce, amore e gioia!

Come vedete sono tanti aspetti positivi  che si colgono
guardando il film con occhi distanti dal 16° Classico.

Purtroppo però non possiamo che ammettere un forte disappunto: se Maleficent fosse stato prodotto da un’altra major, personalmente avremmo accettato meglio questa rivisitazione della fiaba classica, ma oggi dalla Disney siamo rimaste deluse

 

Commenta

commenta

7 pensieri su “Maleficent: Signora di ogni Male? La nostra recensione!

  1. Malefica, con l’interpretazione di Angelina Jolie e la voce di Claudia Catani nel film Disney in live action Maleficent (2014) è proprio un mito nella storia della rivisitazione de La Bella Addormentata nel Bosco, perchè il film lo avevo visto in prima serata nel Gennaio 2017 su RAI 1 alla fine di Affari tuoi con la conduzione di Flavio Insinna.

  2. Pingback: La Sirenetta: novità sul nuovo live action Disney!

  3. Pingback: Peter Pan: Disney sta lavorando al live action!

  4. Pingback: Taron e la Pentola Magica: nuovo live action Disney?

  5. Pingback: Cruella live action: Emma Stone sarà la protagonista?

  6. Pingback: Cruella: il live action Disney su Crudelia De Mon!

  7. Pingback: Disney: tutti i film pianificati in futuro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.