Le Principesse Disney e la loro evoluzione: CENERENTOLA!

Cenerentola è il 12° Classico Disney, nonché il secondo con protagonista una Principessa.

Cenerentola

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, dalla quale gli USA uscirono vincitori con lo sgancio della bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki, e la caduta dei regimi totalitari, precisamente nel 1950, uscì al cinema Cenerentola. Purtroppo i bassi rendimenti al Box Office avevano costretto Walt Disney a produrre una serie di film poco costosi prima di Cenerentola, quali Saludos Amigos, I Tre Caballeros, Musica Maestro, Bongo e i tre avventurieri, Lo scrigno delle sette perle, Le Avventure di Ichabod and Mr. Toad. Dopodiché cominciarono gli anni del Boom Economico, del Rock’nRoll e della gioventù che si ribella. E forse è essenzialmente perscarpetta cenerentola questo motivo che Cenerentola è la prima Principessa Disney a conoscere la disubbidienza: andare al ballo senza che la matrigna e le sorellastre lo sapessero. Come Biancaneve, rimane orfana e la matrigna ha un rapporto ostile nei suoi confronti. Nonostante questo però, conserva la fermezza e la cinderella-disneyscreencaps.com-2276forza d’animo sperando che un giorno “il sogno realtà diverrà”. E’ una vera e propria regina delle faccende domestiche. All’epoca il viso delle donne si manteneva sui toni neutri con sottotono rosato, cominciarono ad andare di moda la frangetta, le ballerine ma anche décolleté a punta stretta bellirinesu tacchi di massimo 10 cm, bustini stretti con gonne ampie e vaporose e i bigodini per dare volume ai capelli. Anche qui il Principe è la chiave del “e vissero tutti felici e contenti” ma dalla prima Principessa qualcosa è sicuramente cambiato, almeno c’è un accenno di ribellione. Come avevamo già visto in Biancaneve, è stata usata la tecnica del roboscope. Sia Helene Stanley che Ilene Woods (doppiatrice della protagonista) influenzarono fortemente lo stile e i 45354_10151126618366193_664149740_nmanierismi di Cenerentola. Prima che le colonne sonore diventassero commerciabili, le canzoni del film avevano poco valore residuo per lo studio cinematografico che le possedeva e venivano spesso vendute ad affermate società musicali stabiliti per la pubblicazione di spartiti, ma non con questo. Infatti Cenerentola fu il primo film Disney ad avere le sue canzoni pubblicate e coperte da copyright della neonata Walt Disney Music Company. Cenerentola debuttò il 14 febbraio 1950cinderella-bluray-10 e fu un enorme successo al Box Office permettendo a Disney di continuare a produrre film per tutti gli anni cinquanta. Così i profitti della distribuzione, uniti a quelli ricavati da vendite di registrazioni, editoria musicale, pubblicazioni e altro merchandising diedero alla Disney il flusso di cassa per finanziare una lista di produzioni, stabilire la propria compagnia di distribuzione, CinderellaFotos31inserirsi nella produzione televisiva e iniziare a costruire Disneyland durante il decennio. Inoltre ricevette tre nomination all’Oscar per il miglior sonoro, migliore colonna sonora e migliore canzone per “Bibbidi-Bobbidi-Bu”. Al 1° Festival internazionale del cinema di Berlino vinse l’Orso d’oro (film musicale) e il Big Bronze Plate. Per lei, sono stati concepiti due sequel direct-to-video, il primo Cenerentola II – Quando i sogni diventano realtà nel 2002 e il secondo, Cenerentola: Il gioco del destino nel 2007.

Una piccola chicca: non vi sembra molto somigliante a Katrina di “Le Avventure di Ichabod e Mr. Toad”? Non a caso, questo è un film del 1949, che abbiano ripreso le sue sembianze per questioni di tempo? Se non altro, un bellissimo “cameo”.

Katrina cenerentola

Il merchandasing con Cenerentola fu abbastanza crudele, tanto da stravolgerla completamente nel 2013, con un look del tutto rivisitato:

Cenerentola disney store 2013

 

logo2

scegli

Biancaneve Cenerentola Aurora Ariel Belle Jasmine Pocahontas Mulan Tiana

Rapunzel Merida Anna Elsa

Fonti storiche: Wikipedia

Commenta

commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.