Into The Woods: nessuna censura, parola di S.Sondheim

Appena l’altro ieri in occasione della prima uscita ufficiale del Teaser Poster di Into The Woods, Vi informavamo che Il Compositore Originale Stephen Sondheim, colui che ha creato la versione teatrale andata di scena a Broadway, intervenuto ad un dibattito con insegnanti di teatro delle scuole superiori svoltosi all’Academy for Teachers di Londra, aveva rivelato che Disney aveva imposto tre modifiche necessarie, censurando così alcune scene ritenute eccessive per il proprio pubblico. Rileggi Qui.

Ebbene a distanza di qualche giorno lo stesso Sondheim si è sentito in dovere di fare una rettifica, dichiarando che l’articolo apparso sul quotidiano The New Yorker, aveva riportato delle informazioni inesatte.

In un nuovo comunicato inviato al Sito Playbill.com dal suo avvocato, F. Richard Pappas, Sondheim chiarisce le osservazioni riportate dall’articolo scritto dal New Yorker e fa luce su ciò che i fans potranno aspettarsi di vedere in questa pellicola che arriverà nelle sale il 25 dicembre prossimo.

Questo è ciò che ha dichiarato, da deppMANIA tradotto:

Quando è avvenuta la conversazione con gli insegnanti, Io non avevo ancora visto a pieno il montaggio del film. Casualmente, l’ho visto subito dopo aver lasciato la riunione e, avendolo già fatto un paio di volte, posso felicemente affermare che non solo è un fedele adattamento dello spettacolo, ma anche che si tratta di un film di prim’ordine.[…].
La collaborazione con Disney Studio è stata veramente collaborativa e sempre produttiva“.

 

Stephen Sondheim

Stephen Sondheim

 

E per coloro che hanno a cuore la versione teatrale lo stesso compositore assicura che ci saranno le scene di cui si è parlato.
Dunque da queste dichiarazioni, sembra essere tornato tutto alla normalità. Dietrofront del compositore voluto dai vertici Disney, oppure si tratta di pura e semplice ingenuità? Non è dato saperlo. Ciò che conta più di tutto è che l’allarme, per il momento, sia dunque rientrato. Certo sarebbe meglio non parlarne affatto, così facendo si eviterebbero guai di questa portata.

FONTE: deppMANIA.net

Commenta

commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.