Once Upon a Time: la fine di una favola durata sette anni!

La fantastica serie della ABC (di proprietà Walt Disney Company) 
Once Upon a Time, chiuderà i battenti alla fine della settima stagione.

C’era Una Volta sta per raggiungere il suo “vissero per sempre felici e contenti”: la longeva serie della ABC basata sulle fiabe rivisitate in versione drama, giungerà alla fine dopo sette stagioni.

 

Creata da Adam Horowitz e Edward Kitsis, la serie ha debuttato nel 2011 con un’ambiziosa premessa: C’era Una Volta avrebbe trasportato i personaggi delle favole, che gli spettatori hanno imparato a conoscere e amare, nel mondo reale grazie a una maledizione lanciata dalla Regina Cattiva (Lana Parrilla), che potrà essere spezzata solo dalla figlia (Jennifer Morrison) di Biancaneve (Ginnifer Goodwin) e del Principe Azzurro (Josh Dallas).

 

Dopo sei stagioni, la maggior parte del cast originale, compresi MorrisonGoodwinDallas, abbandona la serie. La storia si incentra quindi sull’ormai cresciuto Henry Mills (Andrew J. West che ricopre il ruolo nato da Jared S. Gilmore), intrappolato nel quartiere sotto sortilegio di Hyperion Heights nella città di Seattle, accanto agli intramontabili Regina (Parrilla) e Tremotino (Robert Carlyle), così come Capitan Uncino (Colin O’Donoghue).

Nella sua prima stagione, C’era Una Volta è stata la serie di maggior successo per il pubblico tra i 18 e i 49 anni, con una media di 11,8 milioni di spettatori in tutto il mondo. La popolarità raggiunta da C’era Una Volta ha anche dato vita al breve spin-off C’era Una Volta nel Paese delle Meraviglie (Once Upon a Time in Wonderland) durante la terza stagione. La serie, che è stata costantemente classificata tra i 20 migliori show televisivi mai trasmessi durante ciascuna delle prime quattro stagioni, ha subito un calo negli anni successivi raggiungendo una media di 4,5 milioni di spettatori nella sesta stagione. La combinazione tra l’enorme cambiamento del cast originale e il fatto che, in America, lo show fosse spostato dal giovedì al venerdì, ha contribuito a far scendere la media di spettatori a soli 3,8 milioni nella settima stagione. 

Durante i TCA Awards (Television Critics Association Awards che premiano l’eccellenza degli show televisivi e sono presentati ogni estate), la dirigente della ABC, Channing Dungey, aveva detto di essere “cautamente ottimista” del fatto che sia C’era Una Volta sia Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. sarebbero tornati per una nuova stagione, ma al tempo la decisione finale non era ancora stata presa. La Dungey ha voluto commentare così la fine dello show: “La prima volta che abbiamo sentito l’idea di Adam e Eddy per C’era Una Volta, sapevamo che sarebbe stato qualcosa di incredibilmente speciale. Per sette anni, ci hanno catturati con la loro creatività e la loro passione mentre reiventavano alcune delle favole Disney più amate, creando un innegabile successo globale. Dire addio a questo fantastico show avrà sicuramente un sapore dolceamaro, ma C’era Una Volta farà per sempre parte dell’eredità della ABC e non vediamo l’ora che i fan si uniscano a noi per questo epico capitolo finale.”

Patrick Moran, presidente degli ABC Studios, ha aggiunto: C’era Una Volta è stato un viaggio stupefacente per tutti noi agli ABC Studios e per i fan di tutto il mondo. Siamo davvero orgogliosi e riconoscenti per il duro lavoro e il talento creativo che Eddy Kitsis, Adam Horowitz e la loro squadra e il cast hanno portato a questo show per sette magiche stagioni.”

Dopo sette anni, 156 episodi e innumerevoli colpi di scena per i nostri amati personaggi, C’era Una Volta ci dirà ufficialmente addio in un finale di stagione previsto per Maggio. Questa la dichiarazione ufficiale da parte di Kitsis e Horowitz: “Sette anni fa, abbiamo deciso di creare uno show che parlasse di speranza, dove anche nei periodi più bui il lieto fine sarebbe sempre stato possibile. Ma non avremmo mai immaginato il lieto fine che era in serbo per tutti noi – anni e anni di avventure, romanticismo, magia e speranze. Siamo davvero molto grati ai nostri splendidi collaboratori – il cast, la squadra e gli scrittori – così come ai nostri partner degli Studios e alla ABC per aver reso possibile questo viaggio. Ma più di tutti, vogliamo ringraziare i nostri fan. La loro forte lealtà e devozione sono state la vera magia dietro a C’era Una Volta. Speriamo che si uniscano a noi per queste ultime ore mentre viaggiamo verso la Foresta Incantata per un’ultima avventura.”

Il settimanale Entertainment Weekly ha parlato con Horowitz e Kitsis a proposito delle loro reazioni di fronte alla fine dello show, cosa ci sarà in serbo per il finale, e come hanno inavvertitamente fatto la storia con la serie che la maggior parte dei critici pensava sarebbe stata subito cancellata.

Qui potete leggere l’intervista che i due creatori di C’era Una Volta hanno rilasciato alla rivista:

ENTERTAINMENT WEEKLY: Che cosa ha comportato la decisione di chiudere lo show? È stata una decisione della ABC o vostra?
KITSIS:
Noi amiamo questo show, saremmo stati felici di continuare, ma tutti hanno pensato che dopo sette anni e 156 episodi, era giunto il momento dell’epilogo. Per noi è stata un’esperienza senza paragoni. Non pensavamo nemmeno di arrivare a sette episodi, figuriamoci sette anni!

HOROWITZ: Non è stata esattamente una cosa improvvisa. Era già da un po’ di tempo che parlavamo di come sarebbe stato quest’anno, se avremmo continuato oppure no e se fosse stata la fine, quindi eravamo preparati a questa evenienza. La ABC è stata una partner incredibile per tutta la durata dello show. In ultima analisi però si tratta anche di business, e domande come “È finanziariamente fattibile continuare ad andare avanti con lo show?” vengono poste in continuazione, quindi ci sono anche queste cose da prendere in considerazione. Cose di cui generalmente noi non ci occupiamo perché ci concentriamo principalmente sulla fase creativa. Abbiamo raggiunto il punto in cui ci siamo detti: “Okay, è arrivato il momento di fare un bell’inchino e uscire di scena. È stata una corsa spettacolare durata 156 episodi, quindi cerchiamo di essere tutti orgogliosi di quello che abbiamo fatto e cerchiamo di uscire di scena a testa alta.”

KITSIS: È il momento di dichiarare vittoria e andare a casa.

 

EW: Qual è stata la vostra prima reazione quando avete saputo che C’era Una Volta avrebbe chiuso i battenti quest’anno?
KITSIS: 
Eravamo grati per l’opportunità che ci hanno dato. Ovviamente eravamo anche tristi sapendo che, dopo sette anni passati a vivere in questo universo, era arrivato il momento di scrivere la parola fine. È stato anche incredibilmente gratificante dal punto di vista creativo, ma allo stesso tempo abbiamo tirato fuori tutto quello che potevamo e che mai avremmo sognato da C’era Una Volta e non possiamo davvero lamentarci, e non possiamo sentirci del tutto tristi. Ci sentiamo immensamente grati per quello che abbiamo realizzato – 156 episodi e sette anni sono un bel traguardo.
HOROWITZ: La cosa divertente è che non è stato affatto uno shock. Quando ne abbiamo parlato al telefono con quelli della ABC, ci siamo detti: “Okay, è ora. È giusto così. È stato un viaggio incredibile, cerchiamo di chiudere lo show in modo da lasciare i fan con una bella sensazione su quello che è stato C’era Una Volta. Una sensazione che resterà con loro anche dopo che lo show sarà finito.” 

 

EW: La ABC vi ha dato abbastanza preavviso per essere in grado di chiudere lo show nel modo migliore?
KITSIS: Certo. Diciamo che non abbiamo iniziato questa stagione pensando che poi ci sarebbe stata l’ottava, quindi avevamo due strade diverse per il finale – una di tipo chiuso e una di tipo aperto. Ci abbiamo costruito intorno la storia per tutto l’anno, perciò invece di un salto nel vuoto, avremo un finale chiuso per concludere degnamente lo show. Ma siamo pronti e preparati, quindi non ne resteremo sconvolti.
HOROWITZ: Sì, per molti mesi abbiamo parlato con la ABC sull’eventualità di chiudere lo show. Di conseguenza ci siamo preparati perché sapevamo che sarebbe stata una possibilità tangibile.

EW: Avete comunque preparato una sceneggiatura per una potenziale ottava stagione?
KITSIS: Sì, avevamo delle idee per una potenziale ottava stagione, ma solo perché, come ho detto prima, abbiamo cominciato la settima sapendo che c’erano entrambe le possibilità (chiudere lo show o continuarlo), quindi nell’arco dell’anno è sempre meglio evitare di farsi trovare impreparati. Avevamo delle buone idee per l’ottava stagione, ma va benissimo così.

EW: Avete già brillantemente concluso la sesta stagione con il finale che avevate immaginato. Che cosa provate adesso che dovete trovare un modo per concludere tutto con un finale che dev’essere pieno di speranza e che di conseguenza racchiuda tutta la serie?
HOROWITZ: È una cosa a cui abbiamo pensato intensamente e a lungo mentre cominciavamo a lavorare alla settima stagione. Per noi, il finale della sesta stagione è stato proprio come un finale della serie perché abbiamo chiuso una storia durata sei anni. Per noi, questa è più la sensazione dello show, quindi invece di far tornare tutti per ripetere le stesse cose, è più come cercare di avere degli accenni sugli ultimi sette anni e renderlo con quella chiave di ottimismo e speranza che ha contraddistinto C’era Una Volta in tutto il mondo. Vogliamo che il pubblico si ricordi dello show proprio per questo.

EW: Ad alcuni fan sarebbe piaciuto che la serie si concludesse con il cast originale. Avete qualche rimpianto per questa nuova stagione?
KITSIS: È una domanda strana, nel senso che se i fan volevano il cast originale avrebbero potuto evitare di guardare la settima stagione. Noi l’abbiamo conclusa nel modo in cui volevamo concluderla, ma ci stavamo ancora divertendo un mondo e volevamo vedere cosa sarebbe successo se avessimo movimentato un po’ le cose e così abbiamo fatto. Non rimpiango mai di correre un rischio creativo perché questo è il motivo per cui siamo entrati in questo business. C’era Una Volta è stato un rischio creativo. Ogni critico, se vi ricordate, aveva predetto che C’era Una Volta sarebbe stato il primo show ad essere cancellato. Mi sono piaciuti moltissimi degli episodi che abbiamo girato quest’anno. Ho adorato tantissimo lavorarci e lavorare con le persone, quindi non ho nessun rimpianto. Ma per i fan che sentono che la serie si sarebbe dovuta concludere con la sesta stagione, allora per loro è giusto che sia così.
HOROWITZ: Sono d’accordo con Eddy. Non ho nessun rimpianto. Penso che abbiamo creato degli episodi davvero fantastici, e alcuni dei nostri episodi migliori devono ancora andare in onda in questa stagione. Ai fan che sentono la mancanza del cast originale voglio dire che mancano anche a noi. Per noi sono stati tutti fantastici amici e ci è piaciuto davvero moltissimo lavorare con loro. Ma mentre la vita va avanti, le persone prendono strade diverse e fanno cose diverse. Mettendo da parte tutte le cose creative che riguardano lo show, una delle cose più belle nell’aver realizzato questa serie sono proprio tutte le persone meravigliose con cui abbiamo avuto l’onore e il piacere di collaborare, dal cast alla squadra di tecnici, dallo studio alla ABC. Siamo sempre in contatto con i membri del cast che se ne sono andati l’anno scorso, siamo amici e ci vediamo molto spesso. La cosa incredibile è che questo show ha creato amicizie e legami che dureranno per tutta la vita. E credo che per i fan sia la stessa cosa. Ormai hanno incontrato questi personaggi, e anche se alcuni di loro hanno lasciato lo show lo scorso anno e gli altri lo faranno alla fine di questa settima stagione, i fan potranno sempre essere parte di questa famiglia grazie a Netflix.

EW: Detto questo, ci sarà la possibilità di vedere qualcuno del cast originale nel finale di stagione?
KITSIS: Ci sarà il ritorno di qualche viso familiare che abbiamo imparato a conoscere nei sei anni precedenti per l’episodio finale.

EW: Nell’era dei remake e delle rinascite, dove si colloca la discussione per dare una conclusione alla storia mantenendo comunque la possibilità di avere un seguito?
KITSIS: Con C’era Una Volta, come abbiamo detto, le favole non dicono mai “Fine”, dicono “Vissero per sempre felici e contenti”. Quindi dopo il “per sempre” potrebbe esserci un nuovo capitolo. Non stiamo cercando di dire addio per sempre allo show. Anche l’anno scorso, il finale di stagione avrebbe potuto essere il finale della serie, come avete detto anche voi, ma se vi ricordate, i personaggi hanno semplicemente continuato a vivere le loro vite e quello era il loro lieto fine. Chiuderemo lo show in un modo che speriamo sia soddisfacente, ma se qualcuno tra qualche anno vorrà fare uno spin-off o una rivisitazione, è il benvenuto. Secondo me comunque più che uno spin-off sarà sicuramente una rivisitazione totale dello show.
HOROWITZ: Sto per fare uno spoiler grande come una casa: alla fine non muore nessuno! I personaggi esistono ancora e, come ha detto Eddy, continueranno a vivere il loro lieto fine – perché è esattamente così che abbiamo creato questo show, prendendo iconici personaggi che avevano già delle storie e ne abbiamo raccontate di nuove, quindi penso che ci sia sempre spazio per raccontarne altre ancora. Che siamo noi a farlo o qualcun altro, o che siano i fan a raccontarle con le loro fan fiction, penso che in qualche modo lo show continuerà a vivere e questo è incredibilmente gratificante.
KITSIS: Sì, a quanto pare c’è uno spettacolo di musica lirica su C’era Una Volta. Noi non centriamo niente, ma ho sentito dire che è stupendo.

EW: Avete chiuso completamente con questo mondo? O pensate che un giorno in futuro potreste tornarci, anche se dovesse trattarsi di uno spin-off sullo stile di C’era Una Volta nel Paese delle Meraviglie?
KITSIS: In questo momento penso proprio che lo chiuderemo in un cassetto e cominceremo a guardarci intorno per vedere cos’altro possiamo fare. Ma se ci fosse un’idea abbastanza brillante per uno spin-off o qualche altra cosa da fare, dubito fortemente che potremmo essere contrari, perché C’era Una Volta è la nostra creatura. Ma la momento non abbiamo nessun progetto a riguardo.
HOROWITZ: Sì, esatto, al momento non abbiamo in serbo nessun progetto di questo tipo. Penso che l’unico programma che abbiamo adesso sia quello di fare un lungo sonnellino dopo questa stagione, ma amiamo lo show, amiamo questo mondo, amiamo i personaggi, amiamo tutto di questa serie. Per il momento vogliamo solo congedarci dai fan con quella che speriamo essere una meravigliosa sensazione che li accompagnerà dopo la fine dell’ultima stagione e di tutta la serie, di modo che possano godersela come più li aggrada. Se lo show continuerà ad esistere ne saremo sicuramente contenti, se non lo farà abbiamo comunque passato un periodo incredibile realizzando questa serie e siamo incredibilmente grati per l’opportunità che ci hanno dato.

EW: Avete mai parlato, recentemente o tempo addietro, sulla possibilità di realizzare un altro spin-off?
KITSIS: No, non ne abbiamo mai parlato, anche perché la serie è già di per sé uno spin-off. Ogni anno è diverso, un anno possiamo essere nel Paese delle Meraviglie e un altro ancora sull’Isola Che Non C’è. Andiamo avanti e indietro. Da quando abbiamo fatto C’era Una Volta nel Paese delle Meraviglie, non siamo più stati particolarmente entusiasti dell’idea di uno spin-off, ma al giorno d’oggi non puoi mai dire mai.
HOROWITZ: Una delle cose di questo show che per noi è stata davvero incredibile, a parte ovviamente lo show stesso, è stato il fatto che ci sono stati libri, fumetti, e tutto quel genere di cose che hanno preso vita da soli e a modo loro. È stato creato un universo che le persone possono ancora godersi e scoprire, ma se ci state chiedendo se abbiamo intenzione di parlare delle avventure di questo o di quel personaggio in qualche altra terra, allora la risposta è no. Non abbiamo nessun progetto del genere in questo momento. Adesso la nostra priorità è quella di concludere degnamente la stagione nel miglior modo possibile.

Ovviamente non sono mancate le parole di ringraziamento anche da parte di alcuni membri del cast, che hanno dato vita ai personaggi più amati di questa serie. 

 

La prima ad esprimersi a riguardo è stata nientemeno che la Regina Cattiva, la fantastica Lana Parrilla, che sul suo account Instagram ha condiviso con i fan la storia della sua audizione.
“Non dimenticherò mai il giorno in cui mi sono presentata a Eddy e Adam per ottenere il ruolo della Regina Cattiva. Ero completamente vestita di nero (ovviamente!) e sulle spalle avevo una specie di mantello che sembrava fatto con le treccine. Non avevo idea di dove ci avrebbe portato il primo episodio, ma sapevo che sarebbe stato qualcosa di speciale. Sono uscita dalla stanza delle audizioni e in fondo al corridoio c’era una vecchia foto dell’originale Regina Cattiva. In quel momento ho capito che sarebbe iniziato qualcosa di magico. Sono passati sette anni e non potrei essere più orgogliosa di quello che tutti noi abbiamo creato. Anni fa, Eddy e Adam hanno avuto questa folle idea che si è trasformata in un fantastico fenomeno. Questo show ha toccato le vite di tantissime persone, le ha cambiate in meglio, ci ha ispirati a crescere in modi che non avremmo mai nemmeno immaginato. Ha portato speranza, gioia, amicizia e amore a moltissima gente.

Sono incredibilmente fortunata di essere stata parte di questa storia per sette anni. Voglio ringraziare il cast, la nostra incredibile squadra di tecnici e gli scrittori per il loro impegno e il loro duro lavoro in tutti questi anni. Grazie allo studio e alla ABC per aver creduto in noi, per averci sostenuto e per averci dato una casa dove poter raccontare le nostre storie. Ma soprattutto voglio ringraziare i nostri fans. In tutta onestà, noi non saremmo qui senza il vostro amore, il vostro sostegno e la vostra lealtà per C’era Una Volta. Grazie per essere stati al nostro fianco per tutti questi anni. Speriamo di avervi resi orgogliosi e che la magia che questo show ha portato nelle vostre vite non muoia mai. Grazie per tutto quello che ci avete dato in cambio e ricordatevi sempre di tenere viva quella magia. Con amore, rispetto, gratitudine e onore. Lana.”

Al commento di Lana è seguito subito quello di Jennifer Morrison, che per sei anni ha interpretato Emma Swan, la figlia di Biancaneve e del Principe Azzurro.
“È stato un viaggio incredibile pieno di speranza e magia che ha cambiato la mia vita! Grazie ad Adam Horowitz ed Eddy Kitsis per essersi fidati di me con la loro Emma Swan. Grazie all’incredibile cast e soprattutto grazie al team creativo e alla squadra di C’era Una Volta. Le infinite ore di duro lavoro e la dedizione che ogni membro della squadra ha portato allo show è quello che ha reso possibile la magia ogni settimana per sette anni. Sono eternamente grata a tutti voi. E un grido enorme, un grandissimo abbraccio e un immenso grazie a tutti i fans. Avete reso C’era Una Volta quello che è. Ci avete ispirato ogni giorno. Grazie per tutto l’amore e il sostegno che avete dato allo show in tutti questi anni. Gli #oncers hanno fatto diventare i sogni realtà. Nel mio libro siete tutti eroi!”

 Anche Colin O’Donoghue, il nostro Capitan Uncino, ci ha tenuto a fare i suoi ringraziamenti.
“A tutti voi, voglio che sappiate che ho vissuto e continuerò a vivere una fantastica esperienza interpretando Uncino a C’era Una Volta fino a quando chiuderemo la settima stagione. Grazie mille per il sostegno e le risate di tutti questi anni! Siete i migliori. Con amore, Col.
 
L’attore ha ringraziato i fan e lo show aggiungendo gli hashtag #oncers #hookers (i fan di Capitan Uncino) e #onceuponatime

L’attrice Rebecca Mader, che ha dato vita all’iconica Perfida Strega dell’Ovest, ha commentato così sul suo account Instagram.
“Riconoscente. Questa è la prima parola che mi viene in mente quando penso a C’era Una Volta. Il ruolo di Zelena è arrivato in un momento della mia vita in cui ne avevo più bisogno. Lo show è arrivato e mi ha preso tra le sue braccia facendomi fare un viaggio che non avrei mai immaginato. Ho imparato tantissimo come artista ma soprattutto come persona. Voi (i fans) mi avete accolta e fatta sentire amata e mi avete dato la possibilità di vedermi sotto una luce diversa che mi ha cambiata in meglio. Zelena mi ha insegnato ad essere me stessa. Che non contano il tuo passato o gli errori che hai fatto perché ogni giorno è una nuova opportunità per rimetterti in piedi, scrollarti la polvere di dosso e andare avanti. Grazie ad Adam ed Eddy per avermi fatto il regalo di interpretare la Strega Perfida. Grazie a tutti per averci seguito e per essere stati con noi tutto il tempo. Con moltissimo amore. Oggi e per sempre.”

Del cast originale, anche Emilie de Ravin, una Belle come non l’avevamo mai vista, ha voluto esprimere la sua gratitudine su Instagram dove ha postato la foto del suo primo giorno di lavoro e un’altra insieme al mitico Robert Carlyle nei panni di Tremotino. 
“Fin dal mio primo giorno su questo magico set sette anni fa, mi sono innamorata di questo fantastico cast e di questa incredibile squadra, e poco dopo dei nostri amorevoli e devoti fans #oncers. Grazie a tutti per avermi permesso di far parte di uno di quei viaggi che capita una sola volta nella vita, e grazie ad Adam ed Eddy per aver creato per me questa versione davvero speciale di Belle. Con infinito amore, Em.”
 La quale non ha mancato di ricordare che la sua coppia preferita dello show è sicuramente #rumbelle

Si conclude quindi una delle serie che ha sicuramente fatto la storia, che ci ha emozionato e che ci ha tenuti incollati allo schermo per sette lunghi anni. Noi siamo un po’ dispiaciute, ma riteniamo che sia giusto così. Grazie C’era Una Volta!

C'era Una Volta

 

 

 

Commenta

commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.